Triathlon Olimpico Eco Race 28 Aprile Idroscalo Milano La nostra stagione inizia qui.

Pasqua e Pasquetta sono passati, uova di cioccolato e colomba si sono mischiati alle sessioni di allenamento per la gara triplice più importante della stagione il Campionato Italiano di Triathlon Medio di Lovere, il 2 giugno.

La settimana è stata molto impegnativa, 80% week, nel programma di allenamento steso da Alberto Schivardi, di AS2O Anima Sportiva allo Stato Puro, mio amico e preparatore atletico, significa che tutte le specialità sono praticate con intensità e durata vicino al 100% che raggiungeremo solo 2 settimane prima della gara.

Affronterò settimane ancora più impegnative, io, il motore e tutto il resto della macchina siamo pronti. Le prestazioni da gennaio sono migliorate, sto bene, la corsa è divenuta più sciolta e produttiva, bici e nuoto vanno bene, Mr. Parky è sotto controllo, come pensavamo lo sport sta facendo la sua parte.

 

Il 28 aprile parteciperò al primo Triathlon Olimpico della stagione all’Idroscalo di Milano, grazie agli amici Matteo Annovazzi e Luca Lamera di Eco Race – Sport & Wellness, sarò presente da sabato 27 con il gazebo di Parkinson&Triathlon.blog e qualche amico che con me condivide questo progetto.

Schermata 2019-04-22 alle 23.01.33.png

Il programma, che inizia Giovedì 25 aprile prevede la gara di Grand Prix Triathlon Sprint  750m. di nuoto, 20 km. di bicicletta da corsa e 5 km. di corsa.

Sabato 27 riflettori puntati sulla ITU World Paratriathlon Series, i nostri atleti azzurri sfidano il resto del mondo, in una gara emozionante dove la forza di volontà e la determinazione si uniscono al coraggio di questi superuomini che, attraverso lo sport rispondono alle sfide che la vita gli ha presentato.

Io e Roberto Russo saremo lì a fare il tifo per loro. Roberto è un amico di 51 anni, paziente Parkinson da 7 con tanta voglia di fare, mi ha contattato qualche settimana fa perché mi ha conosciuto attraverso i social. ‘Vorrei aiutarti in quello che fai’ mi ha detto, e da qual momento ha ripreso a correre, ha assunto abitudini alimentari più corrette e si sta preparando per far parte del gruppo di 10 pazienti che a fine luglio attraverseranno lo stretto di Messina.

Domenica poi toccherà a me, in compagnia di Laura Ferrari vincitrice della sua categoria lo scorso anno proprio in questa gara, nuoteremo nelle acque del bacino per 1500 metri, e poi via per 40 km. in bicicletta su un circuito totalmente piatto intorno al lago di Milano, per finire correndo sulla riva del bacino nel Parco dell’idroscalo per 10 km. con qualche altro centinaio di sportivi che finiranno la loro prova sotto la grande tribuna degli eventi sportivi.

Sarà una grande festa di sport, il sole ci farà compagnia, siete tutti invitati. Vi aspetto.