Le risposte che tutti noi aspettiamo sono qui.

Nei video tratti dal World Parkinson Day 2021. Nelle interessanti interviste troviamo conferme, novità e speranze, una finestra aperta sul nostro futuro.

L’11 aprile in tutto il mondo si è celebrato il World Parkinson’s Day. L’associazione Parkinson&Sport e il Comitato Italiano Associazioni Parkinson hanno unito le forze per Movement to the Cure, un evento pensato per arricchire con visioni e orizzonti innovativi il dibattito internazionale sul Parkinson, sugli strumenti per affrontarlo e sulle possibilità di cura. 

L’evento si è svolto su due macrotemi che hanno fatto da filo conduttore nelle due ore di diretta ospitate da Well Tv, condotte da Francesca Morida me, con la traduzione simultanea Ita-Eng-Ita – e arricchite dalle testimonianze offerte dagli interventi degli ospiti in studio e collegati dal mondo.

Il programma dell’evento e gli ospiti sono qui https://bit.ly/WorldParkinsondayItaly

Lo sport per superare il limite.

Lo sport e l’attività motoria giocano un ruolo fondamentale nel contrasto ai sintomi della malattia di Parkinson: migliorano l’equilibrio del corpo, la flessibilità e la scioltezza dei movimenti, ma soprattutto portano benefici evidenti alla mente, aumentando la consapevolezza di sé e delle proprie capacità, riducendo lo stress e stimolando il buon umore.

Fare attività sportiva ci stimola a misurarci con noi stessi e con i nostri limiti. Per chi ogni giorno deve fare i conti con il Parkinson lo sport è un fedele alleato per rallentare il corso della malattia. Su questi temi abbiamo ascoltato medici, presidenti di Associazioni e sportivi che con i loro interventi hanno dato interessanti indicazioni e raccontato esperienze che hanno aperto una finestra sul futuro.

L’opportunità digitale

Questo anno, segnato dal dramma della pandemia, ci sta insegnando a reagire, a trovare modi semplici e veloci per restare vicini. Il periodo che stiamo attraversando sta abituando le persone, anche le meno esperte, all’utilizzo degli strumenti telematici e online. Quello che in prima battuta appariva, specialmente per i più anziani, come un disagio, un ostacolo, un problema si è trasformato oggi nell’opportunità di comunicare con estrema facilità, in ogni luogo e in ogni momento.

Ad un mese dall’evento abbiamo spacchettato tutti gli interventi per facilitarne l’ascolto. Quando riascolterete separatamente tutti gli interventi degli ospiti, noterete che ci sono le risposte alle domande che tutti i giorni ci poniamo, che cerchiamo sul web da fonti che spesso nemmeno conosciamo.

Domande come:

  • Quali sono le cause della malattia di Parkinson?
  • Cosa possiamo fare per ridurre al minimo l’avanzare dei sintomi?
  • A che punto siamo con la ricerca?
  • Avremo la cura, quando?
  • Come si muovono e cosa propongono le associazioni?
  • Cosa possiamo fare noi per aiutarle nelle loro azioni?
  • Come ci possono aiutare gli strumenti tecnologici di cui disponiamo?
  • Quando si parla di familiarità della malattia di Parkinson, cosa si intende?
  • In che modo l’attività motoria e lo sport possono esserci d’aiuto?

Gli ospiti dello spazio “Scienza e Ricerca”:

Prof. Antonio Pisani – Italia


Nel suo intervento si parla del Parkinson giovanile, delle nuove scoperte scientifiche, delle speranze, che sono sempre più reali di avere una cura in tempi brevi. Ci racconta del suo lavoro presso l’Istituto Neurologico Casimiro Mondino di Pavia, una struttura sanitaria specializzata nell’ assistenza e riabilitazione dei pazienti Parkinson, dove insieme ad un team di professionisti ha aperto un ambulatorio dedicato proprio ai pazienti giovani.

Prof. Bastiaan Bloem – Olanda


Nel suo intervento il prof. Bloem, pone l’attenzione su tre punti fondamentali che riguardano l’importanza dell’attività fisica per rallentare l’insorgenza dei sintomi del Parkinson. Definisce con chiarezza la quantità e la qualità di tale esercizio fisico per ottenere dei benefici evidenti e duraturi, sia a livello fisico che cognitivo.

Prof. Michael Okun – Stati Uniti

Nel suo intervento il Prof. Okun pone l’attenzione sui 4 punti del PACT (Prevenire – Sostenere la causa – Prendersi cura – Sviluppare nuovi trattamenti) per migliorare e rendere più efficiente la battaglia contro la malattia di Parkinson. Ci parla di nuove certezze scientifiche riguardanti le cause dell’insorgenza della malattia e di cosa possiamo fare da subito per invertire la rotta. Ci esorta a unirci e divenire tutti attivisti unendoci per un solo obiettivo, creare un forte e invincibile esercito.

Dott. Giulio Deangeli – Italia

Il Dott. Giulio Deangeli, che nel 2020 ha conseguito un record mondiale ottenendo 4 lauree in 4 mesi, ci racconta come ha fatto, e perchè ha scelto come suo campo d’azione professionale la ricerca sul Parkinson

Ruud Overes, fondatore e presidente di Parkinson2beat

Nel suo intervento, il fondatore e presidente dell’associazione olandese Parkinson2beat, paese da dove ci parla Ruud Overes un amico Parkinsonauta, ci racconta di come affronta la malattia. Ci mostra i sorprendenti risultati di un importante verifica scientifica, fatta su di lui, prima e dopo un viaggio in bicicletta attraverso tutta l’Europa.

Gli ospiti dello spazio “Vita Associativa”:

Fondatore della Fondazione Fresco Parkinson Institute, Avv. Paolo Fresco – Italia

Nel suo emozionante e stupefacente racconto, l’Avv. Paolo Fresco, fondatore della Fresco Parkinson Institute Foundation, ci racconta della sua storia d’amore e di vita in compagnia dell’amata Marlene, sua moglie, colpita da un parkinsonismo negli ultimi anni della sua vita, alla quale sta dedicando ancora oggi tutte le sue energie.

Presidente del Comitato Italiano Parkinson, Giulio Maldacea. .- Italia


Nel suo intervento il presidente del Comitato Italiano Associazioni Parkinson, Giulio Maldacea, ci racconta come durante il lockdown è nato WIKIPARKY TV. Il portale di telemedicina del Comitato Italiano Ass. Parkinson, che ha permesso di raggiungere e supportare direttamente nelle loro case, migliaia di famiglie con Parkinson, che si sono trovate abbandonate nel momento della necessità, con lezioni online di fisioterapia, logopedia, nutrizione, shiatsu, coaching, cantoterapia etc.

Presidente Parkinson Italia Giangi Milesi -Italia


Il presidente di Parkinson Italia, Giangi Milesi, ci parla della campagna “Non chiamatemi morbo” e dell’importanza di riuscire a coinvolgere i pazienti giovani nelle attività associative. Infine ricorda l’importanza della giornata mondiale del Parkinson.

Direttore della Fondazione Fresco Parkinson Foundation, Dott. Daniele Volpe. – Italia


Nel suo intervento il Fisiatra Dott. Daniele Volpe, direttore della Fresco Parkinson Foundation e della clinica Villa S.Margherita di Vicenza, ci racconta delle attività della fondazione in Italia e negli Stati Uniti, mettendo l’accento sull’importanza di lavorare uniti al raggiungimento di obiettivi comuni.

Gli ospiti dell spazio “Sport e movimento”

Colonnello Carlo Calcagni – Italia

Mai arrendersi. È la filosofia di vita del colonnello Carlo Calcagni. Le medaglie che porta sul petto sono sufficienti a spiegare il passato di questo militare: missioni internazionali in Turchia, Albania, Bosnia Erzegovina. Sempre sul campo, nel bene e nel male. Nel 2002 gli vengono diagnosticate diverse patologie, tra cui alcuni parkinsonismi, e tre anni dopo la conferma: malattie dipendenti da causa di servizio. Sportivo da sempre, Il Colonnello oggi è campione mondiale paraolimpico

Fitri, Federazione Italiana Triathlon, Avv. Neil Mac Leod -Italia

Nel suo intervento, l’Avv. Neil ci racconta del progetto che sta seguendo per noi, che ci permetterà di ottenere la classificazione per poter partecipare alle gare di Paratriathlon ed essere classificati come paratleti, il primo passo verso le paralimpiadi .

The Alinker, Carlo Pittis – Italia

Nel suo intervento, Carlo Pittis, ci racconta come “The Alinker” gli permette di superare le difficoltà che ha incontrato nella sua sfida ad un malattia che, fino quando ha scoperto questo ausilio al movimento concettualmente innovativo, non gli permetteva più di camminare indipendentemente. Carlo è l’importatore italiano di “The Alinker” che anche grazie alle vostre generose donazioni, abbiamo messo a disposizione di Katia Bessi, una paziente Parkinson con importanti difficoltà motorie.

Voglio ringraziare gli amici che hanno collaborato alla realizzazione e al successo dell’evento: Massimo Plebani e i collaboratori di MYM Group, Ignazio Baresi e tutto lo staff di Well TV, Francesca Mori, Maurilio Brini, Barbara Sorrentino, Alessandro Carboni, Silvia Brigoli, Giulio Maldacea, Daniele Bortoli, Carlo Negri.

E le aziende che ci supportano e lo hanno reso possibile:

ARRIVEDERCI AL WORLD PARKINSON DAY 2022

Un pensiero su “Le risposte che tutti noi aspettiamo sono qui.

Rispondi a Katiuscia Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.