In evidenza

PARKINSONAUTI DI TUTTO IL MONDO, IN MOVIMENTO!

Il Comitato italiano Associazioni Parkinson e Parkinson&Sport, in collaborazione con MYM group di Massimo Plebani e WellTV Channel presentano:

World Parkinson Day – Parkinsonauti, movement to the cure.

Con il patrocinio di: EPDA European Parkinson’s Disease Association, Fondazione Fresco Parkinson Institute Italia Onlus, Confederazione Parkinson Italia Onlus, Fondazione Mondino Istituto Neurologico Nazionale IRCCS.

Domenica 11 aprile 2021 Ore 10 – 13 e in replica ore 21-23, sul canale 810 della TV satellitare e del bouquet di Sky in tutta Europa.

In diretta streaming su WellTv.eu/it/diretta-live – In diretta su Facebook pagina di Parkinson Sport e sul canale Youtube di Parkinson Sport

Traduzione simultanea Ita-Eng-Ita. Conduce in studio: Francesca Mori

scopri di più qui: World Parkinson Day

L’11 aprile in tutto il mondo si celebra il World Parkinson’s Day. L’associazione Parkinson&Sport e il Comitato Italiano Associazioni Parkinson uniscono le forze per Movement to the Cure, un evento pensato per arricchire con visioni e orizzonti innovativi il dibattito internazionale sul Parkinson, sugli strumenti per affrontarlo e sulle possibilità di cura. 

Non un webinar, non una riunione zoom, non una lectio magistralis, ma un momento creato e pensato da noi pazienti per stare insieme divertendoci, per aprire una finestra su un futuro diverso, con obiettivi e speranze finalmente nuovi, in movimento verso la cura.

Due ore, dalle 10 alle 12, che vi terranno incollati allo schermo con una regia da show televisivo. A seguire vi presenteremo, in anteprima mondiale il docufilm “NON CI FERMERAI” emozioni, racconti e paesaggi dalla “Bike riding for parkinson Italy 2020” il viaggio in bicicletta, di 10 Parkinsonauti, lungo l’Italia attraverso la Via Francigena, da Pavia a Roma fino in piazza S.Pietro da Papa Francesco.

Sport e Comunicazione

Sono i due i macrotemi che faranno da filo conduttore nelle due ore di diretta condotte da: Francesca MoriStefano Ghidotti, fondatore e presidente di Parkinson&Sport, con la traduzione simultanea di  Manola Savoldi – e arricchite dalle testimonianze offerte dagli interventi degli ospiti in studio e collegati dal mondo.

Lo sport per superare il limite

Lo sport e l’attività motoria giocano un ruolo fondamentale nel contrasto ai sintomi della malattia di Parkinson: migliorano l’equilibrio del corpo, la flessibilità e la scioltezza dei movimenti, ma soprattutto portano benefici evidenti alla mente, aumentando la consapevolezza di sé e delle proprie capacità, riducendo lo stress e stimolando il buon umore.

A livello scientifico, sono ormai evidenti i benefici dell’attività sportiva sul benessere psico-fisico. Cosi come si rivelano fondamentali le attività sportive proposte ai pazienti colpiti dal Parkinson giovanile, per creare condivisione stimolandoli ad uscire allo scoperto, per strapparli dall’isolamento e dai rischi della depressione, per una diagnosi che tende a spingerli a sentirsi già anziani.

Ne parleremo con neurologi e ricercatori che avremo in collegamento: dall’Italia il Prof. Antonio Pisani, dall’Olanda il Prof. Bastian Bloem, dagli Stati Uniti il Prof. Michael Okun, dall’Inghilterra il Dott. Giulio Deangeli.

Fare attività sportiva ci stimola a misurarci con noi stessi e con i nostri limiti. Per chi ogni giorno deve fare i conti con il Parkinson lo sport è un fedele alleato per rallentare il corso della malattia. Ne parleremo con medici e sportivi che incroceranno esperienze e pareri nella prima parte della trasmissione, durante la quale saranno presentati i progetti che Parkison&Sport e il Comitato Italiano Associazioni Parkinson hanno messo in programma per il prossimo biennio.

Tra gli ospiti sportivi avremo in collegamento: il Colonnello Carlo Calcagni, l’Avvocato Neil Mac Leod, l’imprenditore Carlo Pittis e in studio i Parkinsonauti Carlo Negri e Daniele Bortoli.

La comunicazione digitale è un’opportunità

Questo anno, segnato dal dramma della pandemia, ci sta insegnando a reagire, a trovare modi semplici e veloci per restare vicini. Il periodo che stiamo attraversando sta abituando le persone, anche le meno esperte, all’utilizzo degli strumenti telematici e online. Quello che in prima battuta appariva, specialmente per i più anziani, come un disagio, un ostacolo, un problema si è trasformato oggi nell’opportunità di comunicare con estrema facilità, in ogni luogo e in ogni momento.

La seconda parte di Movement to the cure si soffermerà proprio su questi aspetti, svelando le potenzialità del digitale e le possibilità che ci offre nella cura e nell’assistenza ai malati di Parkinson e ai loro caregivers.

Scopriremo quali sono i progetti in atto e le nuove proposte, delle più importanti associazioni italiane ed internazionali, direttamente dai racconti dei loro fondatori e dirigenti che avremo in collegamento: dall’Italia il Dott. Daniele Volpe, l’Avv. Paolo Fresco, Giangi Milesi, Giulio Maldacea e dall’Olanda Ruud Overes.

The Alinker, per muoversi ad altezza di sorriso.

Da oggi fino al 18 Aprile, le donazione che riceveremo su questo sito http://bit.ly/DonaperAlinker saranno destinate all’acquisto di un Alinker che metteremo a disposizione di un paziente Parkinson che ne ha bisogno. Sarà una sorpresa che sveleremo a voi ed anche a lui/lei, Domenica 11 Aprile.

The Alinker è la rivoluzionaria walking bike per migliorare la qualità della vita di chi ha difficoltà di mobilità e superare i pregiudizi sulla disabilità.

Alinker è una bici da passeggio senza pedali, una “walking bike” a tre ruote progettata per tutti coloro che vogliono rimanere attivi, continuare ad avere una vita sociale, fare ciò che amano e vivere al massimo delle loro possibilità, muovendosi ad altezza di sorriso.

Per informazioni visitate il sito www.thealinker.it e i social Facebook e Instagram @the_alinker_italia

Stiamo lavorando per preparare altre divertenti sorprese per una “Giornata Mondiale del Parkinson” totalmente nuova e diversa.

Vi aspettiamo, mettetevi comodi, ma non troppo, state come sempre pronti a muovervi, perchè il nostro motto è “NON CI FERMERAI!”