In evidenza

Domenica 11 Aprile 2021 World Parkinson Day In movimento verso la cura

Un motto che riassume in sé una forte volontà di cambiamento. Ascolteremo: dall’Italia il Prof. Antonio Pisani, dall’Olanda il Prof.Bastian Bloem, dagli Stati Uniti il Prof. Michael Okun, da Firenze l’Avv. Paolo Fresco e tanti altri ospiti che ci diranno la loro sulla necessità di guardare il Parkinson da un punto di vista nuovo e inedito: vivere la malattia come una sfida, come un percorso personale e collettivo da affrontare con spirito di squadra e con un approccio attivo. L’obiettivo è cercare gli strumenti per migliorare sempre di più la qualità di vita dei pazienti, dei loro caregivers e prepararli nel miglior modo alle nuove prospettive terapeutiche. 

Il primo passo da compiere è scardinare un luogo comune.  Il Parkinson non è una malattia della senilità, si stima che in Italia ne soffrano circa 400mila persone, tra cui molti giovani. È a loro che chiediamo di uscire, di affacciarsi alla vita e di seguirci. La strada verso la cura ci aspetta.

World Parkinson Day – Parkinsonauti, movement to the cure.

Con il patrocinio di: Ministero delle Disabilità, EPDA European Parkinson’s Disease Association, Fondazione Fresco Parkinson Institute Italia Onlus, Confederazione Parkinson Italia OnlusFondazione Mondino Istituto Neurologico Nazionale IRCCS.

Domenica 11 aprile 2021 Ore 10 – 13 e in replica ore 22-01, sul canale 810 del bouquet di Sky e della TV satellitare in tutta Europa.

In diretta streaming su WellTv.eu/it/diretta-live 

In diretta su Facebook pagina di Parkinson Sport e sul canale Youtube di Parkinson Sport

Traduzione simultanea Ita-Eng-Ita. Conduce in studio: Francesca Mori

scopri di più qui: World Parkinson Day

Nelle due ore condotte da: Francesca Mori e Stefano Ghidotti, fondatore e presidente di Parkinson&Sport, con la traduzione simultanea Ita – Eng – Ita, grazie alle testimonianze offerte dagli interventi degli ospiti collegati dall’Italia e dal mondo.

Scopri qui tutti gli ospiti e il programma dell’Evento, con loro tratteremo anche:

Il Parkinson giovanile

L’aver incontrato la malattia in questo periodo della loro vita, in cui il lavoro, le relazioni sociali, la creazione di una famiglia e dei figli sono centrali. Queste fasi pongono i pazienti di fronte a una serie di domande e di problemi che si riflettono sulla loro condizione di malati che continuerà nel tempo. Un tempo molto lungo, in cui abbiamo capito di poter esercitare il nostro sostegno positivo, coinvolgendoli in attività sportive e di condivisione sociale, che proponiamo come associazioni, saranno con noi i Parkinsonauti Daniele Bortoli e Carlo Negri.

La scelta di aggregare amici attraverso lo sport nasce anche in relazione a questo scopo. Creare una comunità di riferimento per i giovani che permetta loro di interagire e socializzare con i loro coetanei. Lo scopo è generare nuovi obiettivi condivisi, volti anche a spostare l’attenzione dalla malattia verso nuovi progetti e  speranze, che li aiuteranno a superare paure e difficoltà.

Una nuova immagine del Parkinson

La forza delle immagini è, nell’era dei social e della tecnologia, una risorsa potentissima che possiamo utilizzare a nostro favore per generare, nell’immaginario delle persone, una nuova figura che si accenda nella mente quando viene nominata la malattia di Parkinson. 

Una persona giovane, che fa sport e vive con gioia tutti i momenti della sua vita nonostante la malattia. Che si muove fiduciosa verso il suo futuro, impegnandosi per mantenere il suo corpo al meglio della forma fisica, attraverso una stile di vita sano e vitale, consapevole che questo gli permetterà di godere dei benefici della cura appena sarà disponibile.

Presenteremo i progetti in atto e quelli del futuro.

Parkinsonauti Team

Il Parkinson non è un marchio di fabbrica genetico. Il Parkinson è un pianeta. E il Parkinsonauta è colui che con curiosità lo esplora per scoprirne gli angoli più bui e remoti e scovarne le bellezze, i paesaggi luminosi.

Parkinsonauti Team è il nuovo progetto di Parkinson&Sport: una squadra multisport – ciclismo, corsa e nuoto – che potrà competere a livello agonistico nelle granfondo in bicicletta, nelle gare podistiche, nel nuoto, triathlon e paratriathlon.

L’idea è ribadire il proprio impegno nella promozione dello sport come terapia naturale e come forte elemento di condivisione. Questa è la mission principale dell’associazione Parkinson&Sport, che negli ultimi tre anni ha portato i suoi atleti a partecipare in manifestazioni importanti: la maratona di New York, la 12 Ore Cycling Marathon di Monza, la traversata a nuoto del lago d’Iseo e dello Stretto di Messina.

Parkinson Games 2022/2023

Nel 2022 il Parkinsonauti Team sarà a rappresentare il nostro Paese ai Parkinson Games di Eindhoven, Olanda, un evento che riunisce atleti con Parkinson provenienti da tutta Europa in un grande momento di sport e aggregazione. In questi mesi Parkinson&Sport e il Comitato Associazioni Parkinson stanno lavorando con una rete di partner internazionali per realizzare un sogno: portare l’edizione 2023 della manifestazione in Italia.

L’accordo con Fitri.

Grazie alla collaborazione della Fitri (Federazione Italiana Triathlon), il Parkinsonauti Team sta lavorando per acquisire la categoria specifica per partecipare alle gare di paratriahtlon e poter accedere così ai campionati, in Italia e all’estero. 

Bike riding for Parkinson Italy 2021

Nella “Bike Riding for Parkinson Italy 2020” dieci Parkinsonauti sono partiti, in bicicletta, da Pavia per raggiungere Piazza San Pietro e arrivare puntuali all’appuntamento con Papa Francesco. Un viaggio di 800 km in 17 tappe –raccontato in un docufilm che andrà in onda, in anteprima assoluta mondiale, durante la trasmissione – lungo la via Francigena, per dimostrare ancora una volta la forza dello sport nel contrastare l’avanzare della malattia.

Bike Riding for Parkinson Italy torna anche nel 2021 con un nuovo itinerario: questa volta sul tracciato di Vento, la ciclovia che collega Torino a Venezia, e con una squadra di Parkinsonauti che si è più che raddoppiata, saremo 25.

Durante l’Evento, anche grazie alla tua donazione, raccoglieremo fondi per:

The Alinker, per muoversi ad altezza di sorriso.

Da oggi fino al 18 Aprile, le donazione che riceveremo su questo sito http://bit.ly/DonaperAlinker saranno destinate all’acquisto di un Alinker che metteremo a disposizione di un paziente Parkinson che ne ha bisogno. Sarà una sorpresa che sveleremo a voi ed anche a lui/lei, Domenica 11 Aprile.

The Alinker è la rivoluzionaria walking bike per migliorare la qualità della vita di chi ha difficoltà di mobilità e superare i pregiudizi sulla disabilità.

Alinker è una bici da passeggio senza pedali, una “walking bike” a tre ruote progettata per tutti coloro che vogliono rimanere attivi, continuare ad avere una vita sociale, fare ciò che amano e vivere al massimo delle loro possibilità, muovendosi ad altezza di sorriso.

Per informazioni visitate il sito www.thealinker.it e i social Facebook e Instagram @the_alinker_italia

Stiamo lavorando per preparare altre divertenti sorprese per una “Giornata Mondiale del Parkinson” totalmente nuova e diversa.

Vi aspettiamo, mettetevi comodi, ma non troppo, state come sempre pronti a muovervi, perchè il nostro motto è “NON CI FERMERAI!”