FUORI FASE

Tranquillità nelle strade qui in provincia, folla sui Navigli a Milano. La fase due è iniziata, tra le scorie della paura e il desiderio di andare avanti. E ci ha messo un po’ fuori fase. 

Doveva essere un lunedì da leoni

Lunedì mattina, dopo aver fatto un bel respiro profondo prima di indossare la mascherina, ho chiuso il cancello dietro le spalle e mi sono avviato verso Bergamo, la città più colpita dall’epidemia. L’autostrada era quasi deserta, anche in città poche macchine. Erano più le persone in giro a piedi per ritrovare il piacere di camminare all’aria aperta che il solito traffico di lavoro.

Odore di resina acrilica e aria in faccia

Ho passato la mattina alla mia postazione, immerso nel tipico odore di resina acrilica del laboratorio odontotecnico, cercando di trovare la soluzione per indossare la Foto del 09-05-20 alle 15.26mascherina insieme agli occhialini ingranditori senza che questi si appanino. L’aria fresca e frizzante me la sono goduta al pomeriggio, in bici finalmente tra Palazzolo, il lago d’Iseo e la Franciacorta. 30 all’ora sul contachilometri, padrone della strada, e nemmeno un colpo di clacson.

Paura e voglia di vivere

Durante la settimana il flusso delle macchine è aumentato, ma leggermente. La paura del contagio è ancora più forte dei timori per l’economia bloccata? Ci siamo presi una pausa dall’ansia di fare, abbiamo rallentato?

milano-aperitivo

Poi, giovedì pomeriggio su tutti i notiziari la folla sui Navigli. Ragazzi a gruppi, senza mascherine, senza distanza, ma con molta birra. La voglia di vivere a un certo punto non si tiene più.

Sogni e nuovi progetti

percorso

La mia attività da triathleta quest’anno sarà in pausa forzata. Continuo ad allenarmi per stare bene, mentre sto cercando nuove idee per l’associazione Parkinson e sport. Mi frulla in testa per esempio un viaggio in bicicletta, con Simone Masotti e Roberto russo e chiunque vorrà unirsi a noi, attraverso l’Italia, passando a trovare tutte le Associazioni territoriali che si occupano di Parkinson e di altre malattie simili per cui lo sport e il movimento siano importanti. Oppure una gara di triathlon internazionale, adattato per noi, a Fuerteventura alle Canarie, dove opera la nostra amica Francesca De Bartolomeis, consulente e portavoce dell’Associazione Fuerte es la Vida, Parkinson no limits,

Nel frattempo continuano le interviste a colazione di “Prendo la levo e arrivo”

41735DF4-6D3D-4EC7-AF06-B5CB378914BB_1_201_a

Lunedì 11, ritorneremo con la mente e con i racconti alla “Swim for Parkinson” la traversata dello stretto di Messina dello scorso luglio 2019 con Marina Agrillo, una delle protagoniste che con me hanno vissuto quella splendida esperienza, e il Dott. Nicola Modugno , l’unico che ha spogliato le vesti da neurologo e si è tuffato con noi nelle acque blu della Sicilia.

Mercoledi 13 frequenteremo il mondo del dentale, chiacchierando con l’amico, ex maratoneta Alberto Battistelli, maestro odontotecnico riconosciuto a livello mondiale.

Venerdì 15 parleremo con Alberto Schivardi il mio preparatore atletico, dei risultati dei test che sto facendo in questi giorni per valutare quanto l’emergenza Covid abbia influito sulle mie prestazioni atletiche. Insieme a lui avremo ospite anche Fabio D’Annunzio triathleta, direttore della rivista Triathlete , giornalista e speaker sportivo.

Continua l’attività di WikiParkyTV

Schermata 2020-05-09 alle 09.20.05

Tutti i giorni, attraverso zoom, raggiungiamo a casa loro, persone con la malattia di parkinson che non possono muoversi, con un palinsesto ricco di attività dedicate. Riabilitazione | Question TimeLogopedia | Nutrizione | Feldenkrais | Chi Kung | Co-Shiatsu | Tango
“Citofonare Dance Well” | “Aggiungi un posto a tavola” | Supporto tecnico| Palinsesto

E continuano anche le coaching di classe gratuite

Bene la prima, posti esauriti e partecipanti molto coinvolti, abbiamo ricevuto tanti buoni feedback positivi e spunti su cosa migliorare. Oggi sabato 09 alle 18 la ripetiamo, abbiamo apportato alcune modifiche, mentre la prossima sarà totalmente nuova. L’argomento sarà ancora orientato all’aiuto delle persone che affrontano, o hanno affrontato, ad un certo punto del viaggio, un ostacolo inaspettato come un lutto o una malattia.

coaching group

Noi NON CI FACCIAMO FERMARE, se ti va di stare con noi, gli appuntamenti per incontrarci sono tanti e tutti a portata di click.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.